fbpx

Stormo

Autore: M. J. D. Garrido, D. D. A. Her
Editore: KALANDRAKA ITALIA
ISBN: 9788895933559

16,00

Disponibilità: 1 disponibili (ordinabile)

“Le impressioni delle libraie”

Gli uccelli immaginarono un giorno un vita diversa e diedero così avvio ad una nuova era. Ecco l’incipit di questo albo illustrato cupo e malinconico che apre un piccolo spiraglio di speranza solo verso la fine. Per tutto il testo vediamo un climax angoscioso che raggiunge il suo apice quando gli uccelli, gli animali che con il loro volo forse più di tutti ci richiamano libertà , presi da ingordigia e cupidigia, finiscono rinchiusi in gabbie dorate. 

L’ebrezza che il credere di poter controllare ogni cosa, di poter ottenere e perseguire anche l’inimmaginabile, trasforma in un batter di ciglio il desiderio genuino di volere un mondo migliore in un unico grande eccesso di onnipotenza.

Ecco così che la legge diviene quella della ricerca della comodità e del lusso e ben presto porta a crimini contro la natura e le altre specie. In tutto questo però, ciò che il lettore non può fare a meno di notare è la grande perdita di questi uccelli: non solo non sanno più volare, ma soprattutto non sono neanche più coscienti di poterlo fare.

L’unica speranza di fronte a questa tragica fine è espressa da quei grandi che hanno ancora memoria e spingono i  cuccioli a sperimentare il volo.

Con questo albo non ho potuto fare a meno di domandarmi che cosa rappresenti esattamente il volo per gli umani. Fuori di metafora, che cos’è quell’unico che appartiene all’essenza stessa dell’umanità che se esercitato ci rende liberi? Di cosa stiamo perdendo memoria e cos’è che ci sta trasformando in esseri sempre più lontani da noi stessi?

Un albo triste, cupo e al tempo stesso così potente da creare un senso di disarmonia spiacevole; crea una rottura con il vivere sempre uguale del quotidiano e ci spinge ad interrogarci, ognuno a trovare le sue risposte.

 

 

Spread the love!
Carrello
Torna su