Da oggi comando io!

Lo scopo ultimo di una libreria come la nostra è quello di coltivare menti curiose, indipendenti e libere. I libri hanno il potere di far vivere migliaia di viaggi e di vite. Così, semplicemente, insegnano ad adottare diverse prospettive, a sviluppare le proprie idee, a conoscere se stessi e gli altri e a rispettare il proprio e il loro modo di essere.

Con questo obiettivo in mente oggi vogliamo proporvi una lettura:

Tasso è convinto di essere il migliore: tutti gli altri, per essere felici, dovranno unirsi a lui. Per dividere i “giusti” dagli “sbagliati” ha costruito un muro. Chi non è degno di essere chiamato Tasso, sarà mand

ato dall’altro lato.

Inizialmente affascinati dal suo carisma, e forse spaventati al pensiero di essere tacciati come inadeguati e di restare soli,
gli animali cominciano a seguire le sue indicazioni per diventare più tassi. Ma Tasso li caccia ogni volta che dimostrano di non poter fare ciò che i tassi fanno, a causa delle loro caratteristiche uniche: chi non può scavare, chi è troppo grande per vivere in una tana, chi non riesce a parlare come un vero tasso. E così il gruppo si riduce sempre di più. Incapace di cogliere e apprezzare le differenze, profondamente convinto di essere nel giusto, Tasso rimane con gli animali che più gli assomigliano, bianchi e neri come lui.
Ma quando comincia a dipingere tutto il bosco circostante con questi due colori, affinché sia tutto più Tasso, la Puzzola e il Procione.
Decidono di valicare il muro e vivere in quel mondo più colorato, capace di accoglierli così come sono.

L’albo si conclude con un lieto fine semplice come gli si addice: il Tasso, rimasto solo, chiede scusa e si unisce ai compagni ritrovati. Noi non sappiamo se questo finale corrisponderebbe a realtà in un mondo come il nostro. Però ci auguriamo che ci siano sempre più animali capaci di riconoscere che un mondo colorato è più bello, che le puzzole e i procioni scelgano di valicare i muri e che i Tassi imparino a cambiare idea e a comprendere che nessuno è migliore di un altro, ma che tutti, se vogliono, possono diventare la versione migliore di se stessi.

Età di lettura dai 4 anni. Sassi Junior ed.

Please follow and like us: