Di mamme, ascolto e condivisione

Due anni fa aprivamo la libreria con in mente tante idee e tanti progetti che avremmo voluto sviluppare.

Ma, tra le tante, un’idea in particolare possiamo dire che ci sia sempre stata ed è sempre rimasta ben salda nelle nostre teste e nei nostri cuori, quella di dare spazio alle madri e alle loro storie, quella di creare un luogo che potesse rappresentare un porto sicuro in cui ormeggiare, un luogo di confronto e di autenticità in cui trovare sostegno al diritto di ognuna di noi di fermarci e scegliere.

Forse non è un caso che ci siamo imbattute nel sito di Mamme Amiche ben presto, non era passato infatti neanche un mese dall’apertura che eravamo già entrate in contatto con alcune di loro.

Mamme Amiche nasce nel 2009 da un gruppo di auto-aiuto a supporto dell’allattamento nel territorio di Sesto Fiorentino, che si costituisce fin da subito in Associazione di Volontariato. Il gruppo si era formato in seguito ad un corso di formazione sull’allattamento materno, organizzato dal Consultorio ASF di Sesto Fiorentino, nell’ambito di un progetto promosso dalla Società della Salute – Zona FI Nord/Ovest.

Nel giro di pochi anni si aggiungono altre sezioni, come quelle di Calenzano, Lastra a Signa, Firenze e più tardi anche Mugello. L’Associazione viene accreditata dall’AOU di Careggi e dall’Ospedale S. Giovanni di Dio (Torregalli) che la inseriscono nel percorso Ospedale Amico del Bambino.

Nel decalogo di misure che ogni struttura sanitaria deve rispettare per poter essere riconosciuta “Ospedale amico dei bambini” redatto dall’UNICEF e l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), rientra infatti anche quella di

“favorire la creazione di gruppi di sostegno alla pratica dell’allattamento al seno, in modo che le madri vi si possano rivolgere dopo essere state dimesse dall’ospedale o dalla clinica”

L’attività di questa preziosa associazione non si ferma solo al sostegno all’allattamento ma offre numerose iniziative a supporto della gravidanza, delle neo-mamme e della genitorialità in generale. I progetti che portano avanti sono diversi a seconda della sezione e rispecchiano le specificità delle singole realtà territoriali nelle loro svariate declinazioni: dallo svezzamento al recupero nel post-parto, dalla promozione alla lettura fin dalla gravidanza agli approfondimenti sull’utilizzo della fascia, dal Baby Baratto ai Genitori da favola.

In ogni caso la disponibilità alle consulenze telefoniche rimane un elemento cardine: ascolto, sostegno e condivisione per affrontare quelle criticità, quei dubbi e quelle insicurezze che accompagnano quotidianamente la strada che si percorre quando si diventa madri, con l’obiettivo di favorire in ogni singola mamma scelte personali e libere.

Attualmente, date le limitazioni imposte dell’emergenza sanitaria, l’attività del gruppo non si è fermata, anzi si propone attraverso canali diversi ma rimane ferma nei propositi. Hanno quindi pensato a degli incontri on-line, per il momento alcuni dedicati alle mamme in gravidanza e altri per le mamme con bambini (e perché no anche papà, nonni, zii!)

I primi due incontri si sono già tenuti e hanno riscosso molto interesse, quindi verranno presto stabilite le date dei nuovi incontri che si terranno nei mesi di marzo e aprile.

Se volete conoscere un po’ di più di questa importante Associazione dalla voce stessa di una delle sue prime volontarie e socia fondatrice, Debora Nocciolini, non perdetevi la diretta sul nostro canale Instagram mercoledì prossimo 10 Marzo alle 14.00.